‘La tragica bellezza’ di Rosa Maria Ponte: Martedì 24 febbraio alle 17,30 alla Sala dei Baroni dello Steri

FACEBOOK
TWITTER
GOOGLE
http://palermo.spazioblog.it/2015/02/22/la-tragica-bellezza-di-rosa-maria-ponte-martedi-24-febbraio-alle-1730-alla-sala-dei-baroni-dello-steri/
EMAIL

di Simonetta Trovato

 

Rosa Maria Ponte

Martedì 24 febbraio alle 17,30 alla Sala dei Baroni dello Steri (piazza Marina, a Palermo) si presenta il libro di Rosa Maria PonteLa tragica bellezza” (Salvatore Sciascia editore). Interverranno Giacomo Fanale, Carmelo Fucarino e Antonio La Spina. A cura del Rotary Distretto 2110 club Palermo Est.

Letture di Ernesto Maria Ponte, Irene Ponte e Milena Verga.

Intermezzi musicali a cura di Irene Ponte.

 

Maura è una scrittrice disincantata in crisi letteraria: il suo personaggio, una sorta di Miss Marple che si divide tra misteri e fornelli, piace moltissimo ma non la soddisfa più. Con una sola antica foto in valigia, Maura decide di partire per New York per riannodare le tracce lasciate dai suoi bis bisnonni, raccolte tramite un lontano cugino americano. Tracce che partono da Calatafimi, dove combatterono i Mille, e trovano una violenza, un bimbo bello come il sole e una donna con i capelli rosso fuoco, sognatori e narratori, senatori ed ex attrici, emigranti poveri e di lusso. La ricerca di Maura si intreccia con la storia e i ricordi, con strane allucinazioni e dejà vu. Il tempo sembra perdere spessore e si infittisce la storia.

 

Una prosa scorrevole, a tratti leggermente barocca, per un romanzo che si legge d’un fiato, correndo spesso a ritroso nel tempo. I personaggi – Maura, la scrittrice, Franzisca, Luca, Frank, Liza – sono tratteggiati con attenzione, senza dimenticare particolari che li rendono quasi amici da lunga data. Un romanzo che salta gli anni e ammorbidisce i contorni, racconta pastori e senatori con la stessa attenzione.

 

Rosa Maria Ponte è una scrittrice, pittrice e traduttrice palermitana. ha curato la traduzione dal russo di Musachanov e dal francese, di Kervran. E’ alla sua terza opera di narrativa, dopo il romanzo ”Nel cuore della notte” e i racconti ”La collezionista di guanti e altre storie”. Suoi quadri si trovano al Cerisdi, a Palermo, e nella sede dell’OSIA a New York . Cittadina onoraria di Prizzi (Palermo), nel 2014, con il marito Carmelo Fucarino, è stata insignita dell’onorificenza di NY per le attività culturali. I suoi libri, presentati a New York alla comunità italo-americana, si trovano nella biblioteca della Columbia University e nella biblioteca universitaria di Melbourne. La tela ”Dopo la tempesta”, che ha ispirato al copertina del libro, è stata donata alla municipalità di New York ed è conservata al City Hall.

 


 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.