‘Sono bambina, non una sposa’: Giorgia Butera e la campagna a tutela dei diritti umani, con il sostego di Onu Italia

FACEBOOK
TWITTER
GOOGLE
http://palermo.spazioblog.it/2014/09/29/sono-bambina-non-una-sposa-giorgia-butera-e-la-campagna-a-tutela-dei-diritti-umani-con-il-sostego-di-onu-italia/
EMAIL

di Palermo & Co.



Parte da Palermo, in occasione della giornata a sostegno, la nuova campagna di sensibilizzazione sul tema delle spose bambine.


La campagna, ideata dalla sociologa palermitana Giorgia Butera con il sostegno di Onu Italia, è stata realizzata in collaborazione con la fotografa e grafica Alessandra Lucca, l’esperta di Medioriente Valentina Polini e la fotoreporter Federica Simeoli.

La tragedia dei diritti umani negati, di tante troppe bambine, viene restituita dalla toccante immagine della fotografa  Alessandra Lucca. Lo scatto, che ritrae una bimba col capo coperto da un fazzoletto bianco e un bambolotto in braccio, è diventato in breve tempo il simbolo di una lotta contro l’infanzia oltraggiata.

Nei 4 Paesi in cui i matrimoni precoci sono più diffusi – Niger, Chad, Bangladesh e Guinea – oltre il 60% delle ragazzine prima dei 18 anni è sposata, anche a causa della povertà e dell’analfabetismo.

Un messaggio quindi,  il cui grido si alza proprio dalla Sicilia, grazie al lavoro e alla sensibilità di queste quattro donne, con la speranza che giunga presto in Quatar.


Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.