Oggi la presentazione del libro di Raimondo Moncada ”Mafia ridens” presso la libreria Mondadori Multicenter di Palermo

FACEBOOK
TWITTER
GOOGLE
http://palermo.spazioblog.it/2013/11/27/oggi-la-presentazione-del-libro-di-raimondo-moncada-mafia-ridens-presso-la-libreria-mondadori-multicenter-di-palermo/
EMAIL

di Palermo & Co.

 

 

 

Mercoledì 27 novembre, alle ore 18, alla libreria Mondadori Multicenter di Palermo (via R. Settimo, 18), Raimondo Moncada presenta il suo libro ”Mafia ridens” (Dario Flaccovio Editore, 2013).Con l’autore intervengono i giornalisti Giancarlo Macaluso e Lino Buscemi e l’attore Sergio Vespertino.

Protagonista di questo romanzo ironico è Calogerino, un bamboccione quarantenne che vive ancora con i genitori e vuole dare una svolta alla propria esistenza ispirandosi al Marlon Brando del film ”Il padrino”.

Scheda:

Autore: Raimondo Mondaca

Titolo: Mafia ridens (ovvero il giorno della cilecca)

Editore: Dario Flaccovio

Isbn: 978-88-7758-966-8

Prezzo: 12,00 euro

Pagine: 144

 

Calogerino cresce a pane e tv in una delle tante periferie siciliane. Ha una fede cieca in quello che dice lo schermo non si sa con quanti pollici, indici, anulari e mignoli per dargli più di una mano.

È un bamboccione quarantenne, rimbecillito dalla televisione, dai genitori, dall’assenza di vita sociale. Può essere preso dalla scienza come nobile esempio dell’ignoranza universale.

È ingenuo, di non bell’aspetto e, per non farsi mancare nulla, è anche uno scapolone incallito. Non nel senso di avere i duroni nelle parti intime, che quelli si formano con l’utilizzo ippico smodato e lui non si può di certo vantare di averlo adoperato per fini ludico-ricreativi o edonistico-riproduttivi.

Stanco di essere preso in giro, Calogerino prova a essere l’altro lato della medaglia: non più la croce e non più la testa di minchia. Per tirare fuori la parte latitante di sé stesso, la televisione gli mette in testa una stramba idea: diventare il mafioso più spietato che la storia spietata della mafia abbia mai conosciuto.

Farà solo ridere, divenendo protagonista di gesta esecrabili di una comicità scoppiettante, a tratti surreale, poetica e commovente.

 

Biografia Raimondo Moncada

Lo hanno fatto nascere ad Agrigento, dopo una sinfonia in un appartamento di Via Giuseppe Verdi. Ha visto la luce alle ore 4 e 55 del 15 marzo 1967. Si è presentato al mondo con i suoi 3 chili e 850 grammi di peso. Il suo primo vagito è stato un concerto musicale. Come primo maschio della famiglia è stato un predestinato. Alla nascita ha trovato il nome pronto, scelto già prima del concepimento: Raimondo Moncada, il nome del nonno, papà di suo papà.

Fin da piccolo, ha sempre avuto la passione per l’arte. È cresciuto con in mano pennini, pennelli, colori, inchiostro di china e tante fantasticherie in testa.

Ha maturato esperienze in diversi settori artistici e professionali. Ha iniziato a scrivere nel 1990, collaborando con giornali, radio e tv siciliane. Ha seguito laboratori teatrali diretti dal maestro Andrea Camilleri e recitato con alcune compagnie locali.

Gli piace l’umorismo e la satira (l’ironia e l’autoironia, oltre che l’amore per l’arte, sono eredità del padre Gildo, pittore e grafico).

Ecco alcune delle sue creature. Nel 2003 ha scritto e messo in scena la sua prima opera in lingua siculo-italiana dal titolo ”Odissea: Ulissi, i froci e ‘nà troia”. Nel 2004 è stata la volta della commedia ”Il peccato di Eva”. Nel 2009, ha pubblicato ”Ti tocca anche se ti tocchi” e scritto e diretto il lungometraggio ”Babbaluci: quando spuntano le corna”. Nel 2011 ha realizzato il cortometraggio ”L’arma più efficace”. Nel maggio 2012, il debutto ad Agrigento della tragicommedia ”Romeo e Crocetta”. Ad agosto 2012, l’uscita del libro ”Dal Partenone di Atene al Putthanone di Akràgas”. Nel 2013 ha completato le opere teatrali ”La disoccupazione” e ”Perollollero”.

 

Raffaella Catalano
Editor e addetto stampa

Per contatti: 333-8420567


Dario Flaccovio Editore s.r.l.
Viale Croce Rossa, 28 – 90144 Palermo
Tel. 091-6700686
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.