The Rumrunners: sabato 16 all’auditorium RAI di Palermo

FACEBOOK
TWITTER
GOOGLE
http://palermo.spazioblog.it/2013/11/15/the-rumrunners-sabato-16-allauditorium-rai-di-palermo/
EMAIL

di Palermo & Co.

 

 

Band palermitana nata nel 2012 con l’intento di esplorare l’affascinante mondo della surf music, ”genere” nato in California negli anni ’50 ed influenzato da uno degli artisti più anomali della musica moderna, Dick Dale, il quale fu uno dei primi a mettere ”violenza” nella chitarra, ma non ”violenza” come cattiveria o ribellione, quanto con aggressività, energia, potenza, forzA, caratteristiche comuni al mondo delle onde giganti e dei surfers che nella zona di Orange County, bassa California, formavano tribù, con un proprio linguaggio ed un proprio modo di fare. E fu proprio uno di loro che un giorno, avvicinandosi a Paul Johnson dopo un concerto disse ”dovreste chiamarla surf music!”.

 

Attraverso l’originale interpretazione di famose colonne sonore di film e telefilm degli anni ’60 e ’70, oltre che la rivisitazione dei classici come Misirlou del sopracitato Dale,  Pipeline, Wipe Out o Apache, solo per citarne alcuni, i RUMRUNNERS ricreano atmosfere e suggestioni che richiamano anche l’avvincente musica degli spaghetti western con alcune citazioni alle celeberrime composizioni di Ennio Morricone, primo ad inserire in orchestra la chitarra elettrica dal tipico suono reverberato, protagonista di alcune delle pagine più felici della musica da film italiana.

 

Contrariamente a quello che prevede la tradizione surf dove la formazione classica è quasi sempre composta da batteria, basso, due chitarre ed un sax, nella migliore delle ipotesi, i RUMRUNNERS si propongono con un trio strumentale ”atipico” per lo stile: organo, chitarra e batteria, che di fatto, per impatto sonoro e timbrico riattualizza il ”genere” e lo apre a inedite possibilità espressive.

 

La Band:

Fabio Badalamenti ”The Fabulous” – organo

Giuseppe Di Blasi ”Coolness” – chitarra elettrica

Fabrizio Pezzino ”Pez The Wizard” – batteria

 


Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.