”PALERMO BELLISSIMA DA SEMPRE…”: di Melinda Zacco, alla Feltrinelli

FACEBOOK
TWITTER
GOOGLE
http://palermo.spazioblog.it/2013/07/10/palermo-bellissima-da-sempre%c2%85-di-melinda-zacco-alla-feltrinelli/
EMAIL

di Palermo & Co.

 

Melinda Zacco

 

Mercoledì 10 luglio 2013  presso lo spazio Eventi de la Feltrinelli alle ore 18,00 sarà presentato il libro della giornalista Melinda Zacco, dal titolo ”Palermo Bellissima da sempre…” edito dalla  nuova Casa Editrice ZAcco.

Tra i relatori: Giacomo De Leo, Preside della Facoltà di Medicina; Nuccio Vara, giornalista RAI; Fortunato Arena, docente Universitario e Vicepresidente Casa editrice ZAcco.

 

SINOSSI: La Palermo di Melinda Zacco è una città che ha tutte le qualità per far scrivere di sé e del suo ruolo di protagonista esercitando da sempre un fascino irresistibile. Un intreccio di storia, cronaca e leggenda per condurre il lettore a una Palermo spesso sconosciuta proprio dai palermitani. Si scopre così la Palermo non solo da cartolina, ma anche una città che conserva, nonostante gli scempi consumati nel tempo, palazzi nobiliari e tesori d’arte unici al mondo. Indagare tra le maglie della memoria ci aiuta a recuperare un patrimonio storico-artistico per molti dimenticato, frutto di tante dominazioni: fenici, greci, romani, bizantini, arabi, normanni, aragonesi, spagnoli, borbonici, fino alla spedizione dei Mille e all’Unità d’Italia, senza dimenticare il periodo dei Florio e dei Whitaker, ma anche  il triste periodo di sangue causa della Grande Guerra e gli orrori della Seconda Guerra che distrusse con i bombardamenti una grande parte della città, ancora oggi non del tutto risanata. L’autrice non si limita ad analizzare solo la  cronistoria,  ma anche i contesti dottrinali epocali e della sfera politico istituzionale e sociale nei quali si sono anche sviluppati tradizioni e linguaggi della civitas, quasi come a fare entrare in simbiosi l’arte, il linguaggio, la cultura, filosofie di vita e miscellanee religiose. E’ evidente in tutta la narrazione della Zacco un profondo affetto per la sua Palermo con la viva speranza che custodire la memoria di una città aiuti a preservarne l’identità e a farla amare, attraverso una presa di coscienza e consapevolezza. Perché, come dice l’autrice:  ”Palermo è  bella…bellissima e la forza della memoria è determinante nella formazione di un popolo”.

 

Fonte: Com. Satmpa


 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.