Governance. Oggi alla Camera si vota sulle quote rosa

FACEBOOK
TWITTER
GOOGLE
http://palermo.spazioblog.it/2011/06/28/governance-oggi-alla-camera-si-vota-sulle-quote-rosa/
EMAIL

di Loredana Mannina

 

Oggi 28 giugno siamo al dunque per quanto riguarda l’iter della proposta di legge bipartisan Golfo-Mosca sulle quote di genere. E’ nel primo pomeriggio infatti che alla Camera si discuteranno, per poi passare alla votazione, quattro degli articoli che introdurranno in Italia l’obbligo di quote di genere (rosa) nella composizione dei cda delle società quotate e pubbliche. Ad oggi, fa ben sperare la mancanza di emendamenti presentati da parte dei parlamentari anche se il testo di legge che arriva al voto alla Camera è già stato modificato al Senato prima dell’approvazione del marzo scorso.

La proposta di legge che nel dettaglio prevede, che al primo rinnovo dopo dodici mesi dall’entrata in vigore della legge, un quinto dei posti dei board e dei collegi sindacali siano riservati al genere meno rappresentato, stabilisce anche che per il secondo e il terzo rinnovo, invece, si sale ad una quota pari ad un terzo dei membri dei cda. La sanzione per le società quotate inadempienti sarà un richiamo della Consob con tempo quattro mesi per adeguarsi. Al termine del periodo, qualora la società non avesse provveduto, è previsto un secondo richiamo della Consob e una multa pecuniaria che arriva fino a un milione per i cda. Se la quota non sarà rispettata dopo altri tre mesi il board o il collegio sindacale decadrà.

In prospettiva di un via libera definitivo, l’entrata in vigore della legge avverrebbe però a 12 mesi dalla pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale, quindi la prossima tornata di assemblee della primavera 2012 non sarebbe interessata dalla novità normativa, ma fornirebbe già uno spunto valido per le aziende, impegnate verso un cambiamento che porterà alla fine dei 9 anni, termine della legge, ad avere 700 donne in più nei board rispetto ai numeri attuali e 200 nei collegi sindacali.

Il voto di oggi in Parlamento è, quindi, veramente decisivo, un vento nuovo  in grado di dare una svolta alle società quotate italiane, che riporterebbe il Paese nell’ambito dello sviluppo al passo con gli altri Paesi europei.

 

L’On. Lella Golfo, Presidente della Fondazione Marisa Bellisario inoltre, a seguito della votazione finale in Aula della proposta di legge sulle quote di genere, terrà una conferenza presso la Sala Conferenze Stampa della Camera dei deputati, alle ore 17.30.


Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.