Crollo della palazzina nel centro storico: oggi conferenza di servizi

FACEBOOK
TWITTER
GOOGLE
http://palermo.spazioblog.it/2007/10/30/crollo-della-palazzina-nel-centro-storico-oggi-conferenza-di-servizi/
EMAIL

 

‘È vergognoso che qualcuno provi a strumentalizzare con falsità vicende così gravi’. È quanto sostiene l’assessore comunale alla Protezione civile, Roberto Clemente, in risposta ai consiglieri di ‘Altra Palermo’ i quali con una nota sostengono che l’Amministrazione comunale non è stata presente sul luogo in cui è avvenuto il crollo della palazzina dove ha perso la vita il giovane Antonino Troia. ‘Per tutto il pomeriggio di ieri – ha detto Clemente – sono stato sul luogo della tragedia assieme ai dirigenti della Protezione civile, del Centro storico e della Polizia municipale per seguire tutte le operazioni di soccorso. E il Sindaco si è tenuto in contatto ininterrottamente con me e con l’assessore al Centro storico per essere costantemente informato su quanto stava accadendo. Smentisco, dunque, con sdegno quanto affermato dai consiglieri di ‘Altra Palermo’. La presenza dell’Amministrazione, inoltre, può essere testimoniata dalle famiglie che vivevano nell’immobile crollato, alle quali abbiamo prestato prontamente soccorso’. inoltre, subito dopo la notizia del crollo, il Sindaco ha disposto la costituzione di un’unità di crisi, composta dal vice-comandante della Polizia municipale, Serafino Di Peri, e dai tecnici degli uffici comunali del Centro storico, della Protezione civile e dell’Edilizia pericolante. Intanto l’assessore alla Protezione civile annuncia per questa mattina una conferenza di servizi, voluta dal sindaco Cammarata, durante la quale si farà il punto della situazione e si individueranno gli eventuali interventi di competenza del Comune da portare avanti. ‘Verificheremo le condizioni per effettuare lo sgombero delle macerie – ha aggiunto l’assessore – per consentire alle famiglie che vivono nelle aree limitrofe al crollo di fare rientro a casa. Abbiamo anche chiesto ai Vigili Urbani di fare una ricerca all’anagrafe per conoscere gli occupanti dell’edificio crollato e di quelli limitrofi per evitare possibili speculazioni’.

 

Fonte: Ufficio Stampa – Comune di Palermo


Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.