Il quartiere palermitano della Kalsa diventa un grande museo a cielo aperto

FACEBOOK
TWITTER
GOOGLE
http://palermo.spazioblog.it/2006/08/23/il-quartiere-palermitano-della-kalsa-diventa-un-grande-museo-a-cielo-aperto/
EMAIL

di Loredana Mannina  

 

Anche quest’anno La Kalsa, quartiere palermitano, antica sede Araba con oltre mille anni di storia, in occasione dell’ormai attesissimo appuntamento ‘agustiano’ del Kals’Art, diventa un grande museo a cielo aperto, un palcoscenico che si accende vivo, tra arte, cultura e spettacolo, un’ area pedonale che si estende per circa 300 mila metri quadrati, con un affluenza media stimata intorno ai 150.000 visitatori, riscuotendo ad ogni edizione uno straordinario consenso di critica e pubblico.
Il Kals’art infatti rappresenta uno dei momenti di punta dell’estate palermitana, e in questa edizione 2006, ancor più delle precedenti, attraverso una rappresentazione dei luoghi monumentale ed urbanistici, calati in un atmosfera culturale e di intrattenimento, capace di produrre suggestive realtà visive e sonore, e che hanno contribuito a riportare il quartiere della Kalsa all’antico splendore, e al contempo al centro dell’interesse collettivo.
Appuntamento da non perdere, all’interno del cartellone Kals’art, EXPA, con sede proprio in via Alloro alla Kalsa,  già sede OFF della Triennale di Milano e prossima sede della Biennale di Venezia Architettura, presenta in anteprima nazionale la mostra ‘XL COLLAGE I-POP’ dell’eclettico disegnatore, pittore, grafico, illustratore, cartoonista e musicista, l’artista romano David Vecchiato, ‘un insieme di arti applicate unificate da un dichiarato amore per la comunicazione’.
Elvis Presley, Maradona, John Lennon, Berlusconi, Bush, Toto’, Aldo Fabrizi, Elio, Woody Allen sono solo alcune delle icone di cui Vecchiato si serve per comporre i suoi collage realizzati per XL, il mensile di Repubblica e pubblicati dal 2005 ad oggi. Composizioni da un ironico gusto grafico, che affermano un equilibrio attraverso il linguaggio del caos, dal forte impatto visivo, definito con l’intervento delle tecniche tipiche del graffitismo come stencil e smalti spray, e digitalizzato  per la stampa con Photoshop.
L’Expa di Palermo dal 29 luglio al 4 settembre 2006, propone tutte le bozze originali dei collage che Vecchiato ha finora realizzato, godendo di un ambientazione espositiva curata da Tiziano Di Cara e Giuseppe Romano, ideatori e direttori di EXPA, i quali hanno tratto spunto proprio dal Neo-Pop con l’uso di materiali, suoni e suggestioni post moderne.
Il Vecchiato propone piccoli capolavori su carta, intrisi di una carica eversiva tipica del collage punk, raccontando short-stories con elementi propri del fumetto come scritte o balloon , ignorando qualsiasi progressione temporale.
Dagli effetti Neo-Pop al collage dadaista, unico filo conduttore, di questo giovane artista italiano, è il caratteristico gusto originale che imprime nelle sue opere , e che non ha timore di mescolare nel suo fare arte, pittura, foto, computer grafica, fumetto e cartoon.
La sua pittura è una reinterpretazione guizzante e mai statica della cultura e dell’estetica urbana, metabolizzata e resa attraverso uno stile originalissimo e personale, tra pop ed espressionismo, ed un segno forte
che racconta l’immaginario contemporaneo, fuggendo stili e tendenze,  e fondendo tra loro linguaggi estetici diversificati, dal realismo al materico, dalla grafica al cartoon.
L’esperienza artistica di Vecchiato nasce nei circuiti underground. Dopo i primi lavori come cartoonista,  e contemporaneamente agli studi accademici, fonda a vent’anni con altri altrettanto giovani disegnatori un magazine indipendente, di fumetti e arte underground distribuito in edicola in 10.000 copie, dal ’95 al ’97 dirige l’edizione italiana di Tank Girl magazine e nel 2001 è art director de Il Cuore.
Aderendo a diversi progetti editoriali, pubblica le sue opere, nelle quali unisce una spiccata attitudine alla comunicazione ad un’ originale interpretazione artistica, divulgando un segno che fonde linguaggi diversi ed imponendo nuovi canoni pittorici nell’illustrazione editoriale.
Unitamente all’attività espositiva, realizza opere, illustrazioni e racconti illustrati per riviste giovanili come Blue, Rockstar, Frigidaire, Rumore, Linus e altre numerose pubblicazioni; si rende  autore dei disegni per due best-seller di Giobbe Covatta; continua a realizzare cartoon, tra cui sigle per Videomusic /TMC2 e firma progetti di interior design e siti web di cui è art director.
Nel 2001 fonda il collettivo artistico Officine Guano col fine di realizzare performance, esposizioni, happening ed eventi di varia natura, partendo dal concetto spesso dimenticato che l’artista è il vero sensibile cronista del proprio tempo.
il Vecchiato è colui che può rappresentare la propria epoca nelle piazze, nelle strade, tra le persone che vivono questo tempo, questi luoghi.
Con Officine Guano realizzerà performance per il Comune di Roma, di Bologna e di Firenze, in piazze, musei, teatri e gallerie private.
Dal 2002 e il 2004 le sue opere, raffiguranti musicisti internazionali, realizzate in tecnica mista su carta, sono ospitati ogni settimana su Musica di Repubblica.
Per Vecchiato il 2005 sarà contraddistinto da XL di Repubblica, il nuovo periodico del Gruppo L’Espresso, dove darà sfogo al suo segno forte con illustrazioni a tutta pagina e collages fotografici dalle vivaci componenti pop e lo spiccato gusto grafico.
Fanno parte del Vecchiato quindi musica e disegno per il quale hanno un inscindibile legame (lui stesso è musicista e ha composto colonne sonore per film e spettacoli e per le proprie performance): nelle edizioni 2003 e 2004 del festival Enzimi, organizzato da Zone Attive per il Comune di Roma, ha realizzato i reportage illustrati per il magazine web e i ritratti di musicisti, attori e danzatori per il catalogo della manifestazione, raccontando e commentando attraverso le sue immagini i concerti, gli spettacoli e le atmosfere della stessa.
Oltre a disegnare, dipingere e scrivere di arte contemporanea e fumetto, Vecchiato ora insegna Animazione e Character Design all’Istituto Europeo di Design di Roma.
Ad agosto sarà pubblicato uno speciale numero di Repubblica XL, dedicato alla raccolta di tutti i suoi collage.

EXPA GALLERIA D’ARCHITETTURA
orario: 10.00/13.00 – 16.00/23.00, chiuso il lunedì
Via Alloro 97 Palermo
Info 091 6170319
ingresso libero
http://www.comune.palermo.it/Eventi
http://www.expa.org/


Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.